Home News Giardino degli Angeli I 5 cimiteri più belli del mondo

I 5 cimiteri più belli del mondo

6 minuto/i di lettura
493
I 5 cimiteri più belli del mondo

In molti Paesi del mondo, il cimitero rappresenta anche un luogo affascinante da vivere come un vero e proprio parco cittadino. Tra splendide sculture ed altre opere d’arte ricche di storia e di significati, è facile trovare al suo interno aree adibite a pic-nic, sportivissime sessioni di jogging o salutari passeggiate all’aria aperta in compagnia della propria famiglia.

Prima di immergersi nell’articolo, è bene far cadere ogni pregiudizio per godersi appieno i cimiteri più belli del mondo: alla fine, vedrete, ne sarà valsa la pena!

1 –  CIMITERO PÈRE LACHAISE, PARIGI, FRANCIA

Cimitero di Père-Lachaise Parigi
Il cimitero di Père-Lachaise costituisce una vera e propria icona di Parigi. Con i suoi 43 ettari di superficie, oltre 70.000 tombe preziose, 5.300 alberi e innumerevoli gatti, si aggiudica il primo posto tra i cimiteri più suggestivi e visitati al mondo, con ben 1.5 milioni di visitatori l’anno.
Tra i famosi residenti, vi sono scrittori come Oscar Wilde e Marcel Proust, l’eclettico artista Delacroix, l’indimenticabile compositore Chopin e moderne icone come Edith Piaf, l’attrice Sarah Bernhardt e l’amato frontman dei Doors, Jim Morrison.

2 – CIMITERO DI HIGHGATE, LONDRA, REGNO UNITO

Cimitero di Highgate Londra
Dal cimitero vittoriano di Highgate è possibile riempire gli occhi di meraviglia tra il magico panorama di Londra e gli splendidi scenari naturali che accolgono le numerose tombe di personaggi illustri, come Karl Marx, George Elliot, Christina Rossetti, Douglas Adams, Michael Faraday o i genitori e i fratelli di Charles Dickens.
Inaugurato a metà del XIX secolo, ha attraversato un periodo di decadimento in cui nessuno si è occupato della sua manutenzione, ma nel 1980 è stato recuperato dai cittadini di Londra.

3 – WAVERLEY CEMETERY, SYDNEY, AUSTRALIA

Waverley Cemetery Sydney
Il Waverley Cemetery sorge sulla cima della collina di Bronte, nell’est suburbano di Sydney, più precisamente lungo la Bondi to Coogee Walk, spettacolare passeggiata che fiancheggia la costa orientale.
Auto-fondato nel 1877 utilizzando i fondi derivati dalle cremazioni, i memoriali ed i mausolei di sepoltura (oltre 86.000), ospita meravigliosi monumenti vittoriani ed eduardiani e tombe di personaggi australiani molto importanti, tra cui il poeta Henry Lawson, la scrittrice Dorothea Mackellar ed il primo ministro australiano, Sir Edmund Barton, sepolto nel South Head.
Questo suggestivo cimitero venne usato anche come set per il film “TIM” con Mel Gibson del 1979.

4 – CEMENTERIO DE LA RECOLETA, BUENOS AIRES, ARGENTINA

Cementerio de la Recoleta Buenos Aires
Il Cementerio de la Recoleta è il più famoso camposanto storico argentino e prende il nome dal quartiere nel quale si estende, sicuramente tra i più caratteristici di Buenos Aires. Qui riposano le spoglie di scrittori, ex presidenti e personaggi illustri della storia argentina tra vicoli di tombe, lapidi decorate ed imponenti mausolei.
Giungendo alla rotonda centrale attraverso le stradine acciottolate del cimitero, è possibile osservare la tomba di Evita Péron, all’anagrafe Maria Eva Duarte de Perón, First Lady argentina e seconda moglie del Presidente Juan Domingo Perón, morta a Buenos Aires nel 1952.

5 – CIMITERO MONUMENTALE, MILANO, ITALIA

Cimitero monumentale Milano
Inaugurato nel 1866, il Monumentale nasce come cimitero aperto a tutti i milanesi “a tutte le forme e tutte le fortune”, ma è chiara fin dall’inizio la volontà di farlo diventare “Monumento” della milanesità. Rappresenta un vero e proprio “Museo a Cielo Aperto” di opere artistiche che appartengono ad epoche diverse: dal realismo ed eclettismo di fine Ottocento al liberty e simbolismo di inizio Novecento, dagli anni Trenta all’epoca contemporanea.
Tra i personaggi illustri che hanno legato il loro nome alla storia politica e civile di Milano e dell’Italia, si trovano: Alessandro Manzoni, Salvatore Quasimodo, Bruno Munari, Gino Bramieri, Giorgio Gaber, Alda Merini, Franca Rame ed Enzo Jannacci.

Carica altri articoli correlati

Vedi anche

Kris Kuksi e l’arte della decadenza

Nato a Springfield nel 1973, Kris Kuksi ha trascorso un’infanzia particolarmente sol…